Monk - italiano

back
 
 
Monk (it)

Tra i geni che compongono la musica nera americana, Thelonious Sphere Monk è certamente il più strano, il più strano. Si erge nel panorama del jazz come un monolite enigmatico. L'uomo e la musica qui sono chiuse su se stesse. E 'necessario entrare in questo mondo così speciale, hanno la sensibilità dell'artista e il rigore dell'analista. Fu un successo, Laurent de Wilde.

Solo un musicista potrebbe essere raddoppiata da uno scrittore, come il più vivo, si descrive un mondo di psicopatico protette in modo ugualmente ad analizzare tema come solista, come conclusione paradossale. Un conoscitore del campo, ci mostra in giro per i locali rivela passaggi segreti e ci dà la chiave, una volta che è entrato. "

Folio n ° 3009 (SODIS: A40314) - © 1997 Folio / Gallimard

 
Estratto

Immaginate una capra, abbiamo il coraggio di corde, pelli per tamburi, aste osseo sono accettabili, e si mangia il resto con la sensazione di non aver perso la sua giornata. L'orchestra a quattro zampe! Tuttavia, altri strumenti sono un caso di ingegneri. Quante camere nella meccanica di un pianoforte? Quante curve tra la bocca e la campana della tromba? E le chiavi del sassofono, come funziona tutti i buffer? Difficile da dire! Ma una batteria o un basso, un bambino di tre anni capisce come funziona. È pizzicare, tirare, schiaffo, e la gioventù roll! Pum pum! E 'stato prolungato nella loro musica, questi due, si è così abituati a vederli da tempo immemorabile, non ha più attenzione a loro, pensi, la trippa e la pelle è la coppia di vecchi, niente a che fare un piatto. Con il bebop, il sei solo. Sono finiti gli accordi caldi della chitarra che illuminano il bassista e il batterista sollievo!

Pertanto sono d'accordo, sia grandi. Se sono uno contro l'altro, non funziona più. Essi devono essere il uno dentro l'altro in modo che la musica funziona, e non necessariamente tutti giorni. Deve essere terribilmente Zen. Uno è rosso, l'altro è giallo, e tra di loro, che è un arancione pozzo sacro. Non hanno diritto al gradiente. Per i mezzi toni, il sentiero luminoso, piccole macchie disordinato. Un arancione brillante, liscio, ben unito. Questa è una sezione di buon ritmo. Non sbandare. Tempo deve trascorrere in modo perfettamente fluido, come un fiume che controllano il flusso per millilitro. Uno su ogni spiaggia, il tempo di contrabbandieri. E poi il pianoforte. Appena sbarcato in musica. Un meccanismo complesso, un incubo di Ecole Polytechnique. L'orchestra sotto le dita.

Percussivi, melodico, armonico, il re degli animali. Una diabolica invenzione, che può capitare a tutti gli altri strumenti. Comprendere, li fagocitare, spiegando chi fa cosa, l'intellettuale della famiglia, dare lezioni. I mobili, anche. Martelli, pedali, ammortizzatori, legno, ghisa, pelle, acciaio, molle, feltri, viti, avorio. Trunk. Unico strumento che l'utente non si fa. Il trasloco di pianoforte dal vivo, sintonizzatori e pianisti. Una famiglia sola. Uno strumento nobile, quali: generoso, complesso, imponente.

© copyright Gallimard

 

tue 1 jan 2013

 
 
 
Laurent de Wilde // english version

Navigation

Search engine